Volenti o nolenti, volenterosi

Oh mamma! Non volevo più tornarci, ma davvero mi tocca! Vogliamo ricordare la Grande Strategia dei "Poteri Forti", che è ormai un termine entrato nel lessico politico quasi come Destra e Sinistra, adombrata non tanto sapientemente nelle pagine della loro Gazzetta Ufficiale, il Corriere della Sera? Qualche mese prima delle elezioni Berlusconi era considerato un … Continue reading Volenti o nolenti, volenterosi

Il sogno comunista di D’Alema e Bersani

Come tutti i popoli che tengono in gran conto la furbizia, l’Italia è un paese di creduloni; e un paese dove la stolida consequenzialità dello Straniero ha sempre avuto puntualmente la meglio. E dunque niente di meno sorprendente che due squisiti esemplari dell’antropologia comunista come il capace funzionario Bersani e il suo gelido capetto D’Alema vengano gratificati … Continue reading Il sogno comunista di D’Alema e Bersani

I DS e l’impossibile scelta

Quando, all'inizio degli anni '90, Bettino Craxi presentò agli sbandati del novello PDS il progetto dell’Unità Socialista, e diede disco verde all’ingresso degli orfani comunisti nell’Internazionale Socialista, si aprì teoricamente per l’Italia una fase di nuova maturità politica, e il rientro da un’anomalia comunista che condizionava il nostro paese in modo unico all’interno del mondo … Continue reading I DS e l’impossibile scelta

Campane a morto per il Corriere

Morto nell'anima da decenni, come avevamo scritto qualche tempo fa, ora anche il corpo del Corriere comincia a dare segni di cedimento. E nella fisiologia di questi monoliti putrefatti la fine arriva presto, come le crisi che si avvitano in progressione geometrica. Inquadrate in una prospettiva storica le lotte di potere che si concentrano in questi giorni sul … Continue reading Campane a morto per il Corriere

Il prof. Tocqueville e il socialismo

Una Scuola per il partito democratico Questo si propone di essere l'ULIBO, la nuova Università Libera di Bologna intitolata, ahinoi, ad Alexis de Tocqueville. Siccome le teste dure da convincere all'interno del popolo rossodemocratico saranno molte, ci permettiamo di proporre all'attenzione del senato accademico questa lezione dell'eroe eponimo dell'emerito nuovo istituto, Alexis de Tocqueville in … Continue reading Il prof. Tocqueville e il socialismo

Undici domande e undici risposte

Il nostro simpatico collega dell'accusa, il focoso pubblico ministero Fabio Sacco, ha notificato non meno di undici capi d'imputazione a quel nostro parto mostruoso battezzato col nome di Maometto il rivoluzionario e la fine dell'Islam, ai quali vedo di rispondere ordinatamente uno dopo l'altro. 1. “Fenomeno religioso postcristiano in senso culturale e non cronologico” sa molto di classifica. … Continue reading Undici domande e undici risposte

La donna Cananea

 OVVERO L'ABOLIZIONE DEL PREGIUDIZIO ETNICO Partito di là, Gesù si diresse verso le parti di Tiro e Sidone. Ed ecco una donna Cananea, che veniva da quelle regioni, si mise a gridare: "Pietà di me, Signore, figlio di Davide. Mia figlia è crudelmente tormentata da un demonio!" Ma egli non le rivolse neppure la parola. … Continue reading La donna Cananea

Maometto il rivoluzionario e la fine dell’Islam

Tutti i fenomeni religiosi o parareligiosi postcristiani - in senso culturale, non cronologico - le eresie cristiane propriamente dette, i vecchi e moderni millenarismi, compresi i totalitarismi di destra e sinistra, hanno questo in irriducibile antitesi col Cristianesimo: la pretesa di creare il Regno di Dio su questa terra e quindi un proprio ordine sociale; … Continue reading Maometto il rivoluzionario e la fine dell’Islam

Impudica morte

La morte per impiccagione, e quindi esemplarmente pubblica ed impudica, di Saddam Hussein, seguita cronologicamente,  in Italia, alla mediatica agonia del corpo avvilito di Piergiorgio Welby ha messo in luce ancora una volta la fragilità della nostra società di fronte all'eterno problema della morte. Cosa si cela dietro quel melenso umanitarismo ammantato di compunzione e quell'esacerbata … Continue reading Impudica morte