Month: January 2009

L’arma a doppio taglio dell’Olocausto

Non mi è mai piaciuta la parola "Olocausto". Per niente. A differenza della parola ebraica "Shoah", che evoca trauma e distruzione, porta in sé una velata connotazione religiosa foriera di comode mistificazioni. Ha ragione Giorgio Israel quando dice che l'Olocausto è uscito dalla storia per entrare nella metastoria. L'Olocausto è divenuto la pietra d'inciampo, per … Continue reading L’arma a doppio taglio dell’Olocausto

I poveri in spirito e lo spirito del capitalismo

[Premessa: buona parte del post è un collage di cose già scritte in questo blog, che ho riorganizzato allo scopo di smascherare - in questi tempi di "tribolazione" per la libertà economica - interpretazioni mistificatorie sempre di ritorno del messaggio cristiano] In un bell'articolo dal titolo "Meglio il capitalismo cattolico di quello anglosassone" (da intendersi nell'ambito del … Continue reading I poveri in spirito e lo spirito del capitalismo

Fariseismo antiebraico

Il neoentusiasta di Gesù e valoroso atleta dell'astinenza sessuale Nicola Legrottaglie, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, si è prodotto in questa uscita dal sapore veterotestamentario sui fatti di Gaza: "Cosa pensi di quello che sta succedendo a Gaza in questi giorni?" "Sapevo già che sarebbe successo, è una profezia della Bibbia. Il popolo di Israele … Continue reading Fariseismo antiebraico

Finezze Pascaliane

In un suo articolo dedicato ai fatti di Gaza, André Glucksmann cita Pascal: Non appena si va scavare nei sottintesi del rimprovero ipocrita di "reazione sproporzionata", ecco che si scopre fino a che punto Pascal aveva ragione, e "chi vuol fare l'angelo, fa la bestia". Si fa qui riferimento a un passo dei Pensieri che recita così: … Continue reading Finezze Pascaliane