Fattore F

Altri obiettivi

“Ho avuto amici e fidanzati che stavano con me solo per opportunismo: mi usavano per raggiungere i loro obiettivi.” (Manuela Arcuri)  (La Stampa.it)

Carissima Manuela, io non so, non riesco neanche ad immaginarmeli, chi fossero questi mostri degeneri, questi delinquenti contro natura, questi disprezzatori di Dio e della creazione, sin d’ora destinati nei gironi infernali a subire la legge del contrappasso, sulla quale sorvolo per decenza, ma sulla quale ella può con perfetto diritto giocare con quella perfida fantasia femminile che l’Onnipotente si compiace di scrutare spesso con occhio partecipe, complice; io non riesco dunque a immaginarmeli, questi mascalzoni che stavano con lei solo per opportunismo, che la usavano per raggiungere altri – i loro – obiettivi. Ma come sempre è proprio nei momenti di più nera disperazione che la luce della speranza si diffonde miracolosamente intorno a noi e ciò cui anelavamo fino alla consumazione di noi stessi si presenta improvvisamente e silenziosamente alla nostra porta: sappia, vaghissima fanciulla, che in me troverà un amico che le starà vicino, a fianco, sopra, sotto, dietro, davanti, con una dedizione assoluta monda d’ogni ombra d’opportunismo; e con nessunissimo altro obiettivo da raggiungere.

Advertisements

9 thoughts on “Altri obiettivi”

  1. Sulle ultime ti sei lasciato un pò troppo andare…dovevi consentire un pò più di spazio alla nostra immaginazione…tuttavia non posso non condividere con te (sebbene io sia una donna e pure eterosessuale) il tuo sconcerto di fronte alla eventualità che ci possano essere obiettivi più appetibili della signorina quì effigiata…ed era giusto, invece, che tu manifestassi la tua sincera e disinteressata (arrivati a questo punto è così) passione per questo primo e ultimo fine!
    Ottima ed efficace la prosa.

    1. Primo e ultimo fine, ma perfezionabile. Immagini se oltre alla fusione dei corpi arrivasse pure la fusione delle anime, e l’amore raggiungesse una sferica completezza: bello prima e bello anche dopo! Cose dell’altro mondo! Se penso a questi bruti…

      Per le “ultime” mi sono ispirato ai discorsi da osteria, spurgati da ogni volgarità. Non avevo messo in conto che il sesso debole, pardon, il bel sesso, venisse a trovarmi. In realtà sono un gentiluomo.

      1. In realtà non è vero che “Non avevo messo in conto che il sesso debole, pardon, il bel sesso, venisse a trovarmi.” Al contrario! Perché dico bugie?

  2. Il suo spirito è irresistibile, signor Zamarion…e se le sue fattezze carnali incorniciassero degnamente il suo spirito…mi dica chi (che si chiami Arcuri, che si chiami Sgarbossa), chi mai potrebbe resisterle?

    1. Sulla carta sono imbattibile. Ma sono pure coscienzioso. Anche per Woody Allen arrivò il giorno della prima volta – peccato che la storia non ci abbia mai consegnato il nome dell’eroica donzella – ma, come disse lui, prima “si era allenato molto”: sa, un po’ come al tennis, meglio fare molto “muro” prima di giocare in due. Quindi anch’io mi alleno – in un altro senso, più intellettuale – per diventare un conquistatore di fama mondiale. Avrà certo avuto l’occasione di leggere le solite interviste alle sventole da infarto che ormai trionfano, lato A e lato B, anche sui giornali cosiddetti seri, riguardo al loro uomo ideale: tutte, invariabilmente, pure le fidanzate di qualche ebete tronista, sognano un uomo intelligente e spiritoso. E allora mi son detto che dovevo divenire un uomo intelligente e spiritoso. Sono decenni che mi alleno. C’è ancora qualcosa che non funziona evidentemente, perché ora come ora le femmine che incontro, con mia grande sorpresa, non cadono stecchite ai miei piedi. Ma sento ormai che il momento della splendida maturità sta arrivando, e che la corona di George Clooney ha i giorni contati. Arrivo!!!

  3. Zamax, idealizzi troppo le donne. Hai presente Platone, che diceva che prima l’uomo era sferico, e poi fu tagliato da Zeus in due metà, e per questo ricerca la comunione con la donna? Bè, io credo che Zeus avesse cattiva mira, come mio padre quando taglia il salame, e che avesse tagliato la sfera più o meno ad un terzo invece che alla metà. I due terzi rappresentano, ovviamente, l’uomo, perchè mi pare che alle donne manchi qualcosa. Sono arrivato ad una tale profondissima conclusione dopo aver constatato che gli uomini migliori che conosco non hanno successo con le donne, mentre i peggiori ne sono sommersi.

    1. Ho presente, ho presente, il Simposio se non sbaglio. Ah bellissimo!
      Caro Cinico, io idealizzo di proposito e con voluttà. Non farò un passo indietro. Di vita ce n’è una sola ed è meglio, in tutti i casi, viverla eroicamente. E poi può darsi pure che sia vero il contrario di quello che dici: che le donne migliori non abbiano successo con gli uomini. Già le sento sospirare: com’è vero, com’è vero! Carissimo Cinico, cerchiamo “la donna”, non il numero, ch’è un’impresa da mezze seghe, confacente a chi s’abbassa, indegna di noi filosofi.

      Però com’è bbona l’Arcuri! Nota la perfetta e simmetrica armonia di anima e di corpo (idealizzo, idealizzo, com’è bello farsi ingannare!): per quella parla in alto un magnifico paio d’occhi, per questo parlano in basso due bei frutti maturati alla perfezione.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s