Month: September 2010

E già, la dignità!

E’ tutto divertente. Molto divertente. Ci sono quelli che tifano per; quelli che tifano contro; quelli che come Ezio Mauro, flemmatico chief executive officer dei pirati della corazzata Repubblica, emettono concisi, freddi, e allarmati bollettini di guerra sullo stato dei dossieraggi e killeraggi contro l’alta carica istituzionale oggi occupata da Fini; ci son quelli, più … Continue reading E già, la dignità!

Advertisements

Profumo di papa

Il solo fatto che La Repubblica non si periti di lanciare un ballon d’essai sulle prospettive di Alessandro Profumo quale papa straniero dei democratici e dei progressisti – quello invocato dal poeta Veltroni - dimostra come la sinistra della società ultracivile, quella che scrive sui giornali e quella che scende in piazza, sia ostinatamente e sideralmente lontana … Continue reading Profumo di papa

I meglio liberali

Sono tutti liberali, oggi. In Italia. Adesso non mi metterò certo a stilare la mia personale lista dei veri liberali e di quelli falsi, com’è abito dei fessi e dei neoconvertiti. Nonostante tutto, sono abbastanza intelligente per non perdermi in ragionamenti vani e per non perder tempo nel trovar risposta a falsi dilemmi; anche se … Continue reading I meglio liberali

Armi improprie

Al Tartaglia andò di lusso. Cose che non succedono neanche in una democrazia di sogno, superinclusiva, rispettosa di tutte le deviazioni che non siano quelle dei poveri servizi segreti, figuriamoci in un’autocrazia mediterranea. La sua fortuna fu d’essere pazzerello - sebbene abbastanza intelligente da essere progressista in una famiglia di progressisti - incapace d’intendere e … Continue reading Armi improprie

Accapponatevi la pelle: impunità=libertà

Sì, lo so, “accapponatevi la pelle” è agghiacciante. Ma da anni di servitù, lecchinaggio e fedelissima sudditanza al satrapo dei satrapi non ho cavato un bel nulla. Ora mi sono stufato! Vooooglio fare il gentiluomo, eeee non voglio più servir! No, non vooglioo piuuù servir! Ho deciso anch’io di piacere alla gente che piace; e di … Continue reading Accapponatevi la pelle: impunità=libertà

La storia deviata

Quasi settant’anni fa l’otto settembre del 1943 significò per l’Italia la fine ufficiosa di una guerra persa e strapersa, dopo averla combattuta al fianco dei nazisti, a sciagurato ma non troppo casuale coronamento dei due decenni dell’Era Fascista. Prima, ricordiamocelo - perché sembra che nonostante la scuola dell’obbligo e quella facoltativa, e l’università, e i … Continue reading La storia deviata

Buon lavoro!

Io non so davvero perché tanti imbecilli, credendosi delle cime, si facciano belli di agitarti in faccia, materialmente o idealmente, il libretto rosso dei pensieri dei Padreterni della Costituzione. Ma provate a prenderla in mano! Questo presunto capo d’opera t’accoglie serissimamente con una sorta di raggelante avvertimento, che a me, uomo di fervida immaginazione e … Continue reading Buon lavoro!