Perché no?

La procura di Palermo, che aspira all'immortalità, ha aperto un'indagine sulla morte del bandito Salvatore Giuliano, avvenuta sessant'anni fa. All'uopo ha fatto riesumare la salma del caro estinto. Il cadavere, a quanto pare, sembra assai ben stagionato, ma la magistratura non dispera di cavargli qualcosa di bocca: di miracoli ne ha fatti tanti, perché non … Continue reading Perché no?

L’editto sovietico

La cricca, o meglio, la legione degli okkupazionisti della RAI è ormai in preda a un tale delirio d'onnipotenza, che quella schiappa di Berlusconi se lo sogna finché campa. Il loro capo, il bulletto Santoro, l'aveva detto: o io o Masi. Questo era l'avvertimento. Poi la macchina degli amici degli amici si è messa puntualmente in moto. Giovedì … Continue reading L’editto sovietico

La Chiesa, Israele e la Terra Promessa

Ha detto Cyrille Salim Bustros, arcivescovo di Newton dei greco-melkiti (Usa), nel corso del Sinodo vaticano sul Medio Oriente, chiusosi, fra l'altro, con la richiesta alla comunità internazionale di metter fine all'occupazione israeliana dei territori palestinesi, in applicazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite: La Terra Promessa, per noi cristiani è stata … Continue reading La Chiesa, Israele e la Terra Promessa

Lo schema di Zeman

La Gabanelli? La Gabanelli non sa mai se va in onda. Santoro? Santoro non sa mai se va in onda. Fazio? Anche Fazio e il suo amico Saviano cominciano ad avere qualche dubbio. E già si sentono molto, ma molto meglio. La Dandini? Con la Dandini si ritorna al classico e blindato tran-tran: la Dandini, … Continue reading Lo schema di Zeman

Torture e solletichi

Come forse sapete, la Pizia, la Papessa, la Cassandra della stampa italiana e della Stampa propriamente detta ha preso idealmente armi e bagagli e si è trasferita a Repubblica. Idealmente, perché Barbara Spinelli rimane ottimamente alloggiata nel suo appartamento parigino anche a spese del nuovo giornale, come lo era del vecchio. Almeno così dicono i … Continue reading Torture e solletichi

Lingue morte

Quella di sabato per le strade della Città Eterna, eterna in tutto evidentemente, sembrava una sacra rappresentazione destinata a tramandarsi intatta con tutti i suoi cascami bislacchi e pittoreschi nei secoli dei secoli: si sa, certe ariette in certi posti della terra cooperano con sorprendente efficacia alla buona salute delle mummie, ossia all'eccellente tenuta del … Continue reading Lingue morte

E’ la democrazia, bellezze!

E allora. Pronti? State ben saldi sulla vostra seggiola e non cominciate subito a fare smorfie come donnicciole bigotte – laiche, s'intende - che vi spiego il significato di questa patetica sollevazione generale contro le magnifiche imprese dei cani da riporto (grazie Eugenio, grazie Concita: sempre impeccabili, gli amici dell'umanità e della democrazia); dei cani … Continue reading E’ la democrazia, bellezze!

Elezioni anticipate? Improbabili, anche in primavera

Perfino qualcuno che normalmente fatica ad uscire dal repertorio di frasi fatte in uso al gregge di sinistra se n’è finalmente accorto: sul come risolvere il caso FLI e sull’eventualità di elezioni anticipate i servi e i pennivendoli di Berlusconi tirano da una parte, il capo tira dall’altra. Quasi tutti, tranne pochi coraggiosi fedelissimi alla … Continue reading Elezioni anticipate? Improbabili, anche in primavera