Caro PDL, calma e sangue freddo

Caro PDL, calma e sangue freddo: nessuno ti può uccidere, ti puoi solo suicidare. Tienilo a mente. E’ la logica degli assedi, e dei rivolgimenti rivoluzionari, o golpisti, quando le forze degli assedianti non bastano a distruggere le mura. Grandi urla di fuori, isterismo creato ad arte, e panico all’interno. Ingiustificato. Ho detto: ingiustificato. Calma anche con gli ultimatum a Fini: tu, PDL, non ti devi muovere. Sono gli altri che lo devono fare. Non tu. Stai calmo. Sono gli altri che lo devono fare: ricordalo. Qualcuno invoca sortite e rovesciamenti di tavoli: sbaglia, è nervoso. Apre solo la strada agli assedianti. Su questo fronte tieni duro con la Lega: non cedere, si piegheranno. Se FLI opterà per l’appoggio esterno, dopo aver detto per mesi il contrario, toccherà a FLI spiegarlo all’opinione pubblica. Si metterà nelle mani degli estremisti e cominceranno le divisioni: in ogni caso si allontanerà dall’elettorato moderato. Se non lo farà le divisioni cominceranno ancora prima. Stai calmo. Se FLI opterà per l’appoggio esterno, caro PDL, resta calmo ancora. Nessuno ti potrà uccidere, ti potrai ancora solo suicidare. Tienilo a mente. Vai avanti tranquillo per la tua strada, non scartare di qua e di là. Toccherà ancora agli altri muoversi. Se si arriverà ad una mozione di sfiducia, allora dovrai giocare duro, ma con calma: dovrai, ripeto, dovrai costringere il parlamento a schierarsi; dovrai, ripeto, dovrai fare i nomi dei Mori, dei Di Donno, del capitano Ultimo, dei Canale, dei Ganzer, dei Pollari. E poi dei Marchionne, dei Bertolaso e dei Bonanni. Con loro dovrai, ripeto, dovrai schierarti. Con loro, con lo stato, con l’Italia. Agli altri lascerai i mafiosi, i trafficanti di droga, i terroristi, i lanciatori di candelotti, la CGIL e le mignotte pagate per sputtanare e non per fare il bunga bunga. Vincerai.

Advertisements

8 thoughts on “Caro PDL, calma e sangue freddo

    1. Ehilà, ciao! Porca miseria, ogni tanto bisogna far squillare le trombe, sennò ‘ste mezze calzette si squagliano!

      Per forza! Vanno a Ballarò, vanno ad Annozero, magari leggono anche Repubblica: alla fine restano ipnotizzati. E basta con queste menate! Ma di cosa hanno paura? Di quelle mummie? Ma mandiamole a cagare una buona volta….

  1. “elettorato moderato” e che bestia è mai questa?

    Temo che tutta la struttura del ragionamento (?) si basi su questa fantomatica entità, che purtroppo, o per fortuna, vista la triste realtà attuale, è più mutevole di quello che ci piacerebbe credere!

    Viva l’elettorato moderato che ci toglierà da questo schifo!

  2. Coraggio avanti!
    i rinnegati, gli spregiudicati professionisti di palazzo abituati a congiurare e non ad affrontare i problemi reali dell’Italia, saranno spazzati via insieme alle calunnie!

    Forza Silvio!

  3. Questo è lo spirito giusto, porcaccia miseria. Pochissimi commentatori riescono a mantenerlo, e non so quanti elettori, me compreso. Spero che il berlusca riesca ancora una volta a conservare la sua superiore freschezza e lucidità. Se lo conoscessi gli inoltrerei il link di questo post per aiutarlo.

    “E basta con queste menate! Ma di cosa hanno paura? Di quelle mummie? Ma mandiamole a cagare una buona volta….”
    Sì, sì, tre volte sì.

  4. Ma chi ha selezionato la classe dirigente del PDL che va a pavoneggiarsi da Santoro?
    Nel mio piccolo ho 15 anni di esperenza come responsabile di un reparto in una media industria ( seguo un centinaio di operai ) e vedo che le capacità di un capo si vedono sopratutto nella capacità di organizzare il lavoro altrui, di selezionare i collaboratori,di delegare tutto ciò che non è essenziale, il Silvio a sentire ciò che mi raccontavano alcuni suoi dipendenti negli anni 80 ha sempre avuto il vizio di accentrare tutte le decisioni anche le più insignificanti, e se questo può funzionare in una rete televisiva, ben difficilmente funziona in un organizzazione 1000 volte più complessa come l’amministrazione dello stato.
    Forse mai come in questo caso potrei cambiare idea su Berlusconi, se dovesse fare pulizia dei leccapiedi incompetenti di cui si è circondato che sarebbero i primi a lasciarlo sprofondare nel momento della sconfitta e utilizzasse gli stessi metodi che utlizzava a Canale 5, ovvero la selezione per MERITO e non per fedeltà al PARTITO, se dovesse avere il coraggio di RISCHIARE veramente, non di fingere rivoluzoni come Brunetta & Calderoli che poi lisciano il pelo ai peggiori parassiti della spesa pubblica allegra, sarei anche disposto a votarlo.
    Ma dubito succederà mai.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s