Poesia del dettato costituzionale (*)

Se la chiosa del caimano

è già un colpo di mano,

la lettura del presidente

sia virtù di resistente!

Vogliam fare un quarantotto

sull’articolo ottantotto,

della lettera non c’importa

e lo spirto è cosa morta!

Dell’imbroglio non ci cale,

Zagrebelsky sia fiscale!

(*)  Nel titolo mi sono ispirato – non si sente? –  alla “Gloria del disteso mezzogiorno” di montaliana memoria.

Update del giorno dopo: come previsto, il Prefetto della Congregazione della Dottrina della Costituzione, l’illustrissimo Gustavo Zagrebelsky, è intervenuto.

Advertisements

2 thoughts on “Poesia del dettato costituzionale (*)

  1. Sarebbe veramente divertente se Berlusconi dovesse convincere Napolitano a sciogliere solo al Camera, vedere i vari Zamax difendere un azione dettata SOLO dalla certezza di un risultato elettorale negativo, dopo tante critiche nei confronti della sinistra che ha paura di affrontare il giudizio del POPOLO attaccarsi ad un cavillo per evitare di affrontare le urne.
    Intanto poi tu hai detto che le elezioni non ci sraranno perchè il tuo adorato SIlvio trovarà un manipolo di volenterosi disposti a sostenerlo solo per senso del dovere, quindi non ti dovresti neanche porre il problema……

    1. Ma infatti, pur soffrendo di templatite acuta, trovo il tempo di ridere sulle baruffe chiozzotte intorno alla Costituzione. Mi diverte vedere il Cavaliere rendere pan per focaccia in questo campo dove imperano di solito i tromboni della legalità che si attaccano un giorno allo spirito ed un giorno alla lettera secondo i loro comodi. Buona mossa del Cavaliere, quindi. E’ un teatrino, ma resta una buona mossa.
      Ti ricordo che io stesso scrissi – contro l’opinione universale – in quello stesso articolo cui tu fai riferimento che in realtà anche il Berlusca temeva le elezioni, e che non avrebbe rinunciato a cercar di trovare una nuova maggioranza in parlamento come soluzione ottimale. Questo è stato confermato.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s