Articoli Giornalettismo

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (22)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM

GIORGIO NAPOLITANO 16/05/2011 In trasferta in Israele, si è rivolto sospiroso al suo collega Peres, dicendo: “Noi siamo entrambi presidenti senza poteri esecutivi, ma facciamo quello che possiamo per cercare di risolvere i problemi al meglio”. Ma certo. Sono sicuro che anche quando il Berlusca sarà presidente della repubblica, anche lui senza poteri esecutivi, farà tutto quello che potrà per risolvere al meglio i problemi del paese. Tutto, ma proprio tutto. Su questo non ci piove. Sarà un valore aggiunto. E magari una supplenza necessaria, per dirla con Ernesto Galli Della Loggia.

STEPHEN HAWKING 17/05/2011 Per l’astrofisico inglese il paradiso è solo “una fiaba per chi ha paura del buio”. Invece “non c’è nulla per l’individuo oltre l’ultima scintilla di vita del cervello”. Figlioli carissimi, io vi dico: non fatevi ingannare dalle lusinghe del demonio! Anche il nulla sa mettersi in ghingheri, ed abbagliarvi, ma sappiate che il nulla è solo una fiaba per chi ha paura dell’inferno, la famosa Geenna, là dove, ineluttabilmente, come disse il Signor Nostro misericordioso, sarà pianto e strrrrridorrrrr di denti!

ARNOLD SCHWARZENEGGER & DOMINIQUE STRAUSS-KAHN 18/05/2011 La moglie ha lasciato il primo, dopo aver saputo che dieci anni fa Terminator ebbe un figlio dalla domestica che per vent’anni ha lavorato nella loro casa; ossia: dopo aver capito che Arnold in fatto di vita coniugale si atteneva ai precetti dell’islamismo più allegro. Mentre il secondo ha dato l’assalto ad una cameriera con modi nient’affatto da gentiluomo, anzi, con impeto belluino, e sembra pure – anche se non vi sono al momento conferme ufficiali – che nell’esaltazione DSK cantasse la Marsigliese. Si direbbe che le servette stiano tornando di gran moda: ci sono cose per le quali il progresso non può proprio fare un accidente.

IL TERZO POLO 19/05/2011 Prima di farsi chiamare “terzo polo” aspirava a diventare la nuova destra decente e a fare le scarpe al Berlusca. Impresa un po’ troppo gagliarda per una squadra di succhiaruote. Andato incontro ad una solenne bocciatura, si è autopromosso, grazie ai media compiacenti, “terzo polo”. Alle amministrative dell’altro giorno non ha sfondato, anzi, è affondato miseramente, senza neanche uno spruzzo, o un grido. Sulla questione dei ballottaggi Rocco Buttiglione, presidente dell’UDC, ed esperto di convergenze parallele, ha dettato la linea: quella di non scegliere. “Né con gli uni né con gli altri.” Ha detto. “Con quella politica non c’entriamo.” Infatti: è la politica che non c’entra con loro.

MARCO FOLLINI 20/05/2011 Come altre educande democristiane solo in età matura ha sentito il bisogno di provare il brivido di un flirt con quello che per i democristiani di razza e in gamba sarà sempre il culturame bolscevico. Trovata la forza per il primo peccatuccio politico, ed entusiasta degli applausi che gli sono venuti dagli antiberlusconiani, ossia dall’establishment, nessuno l’ha più fermato: nel 2005 si dimette da segretario dell’UDC; nel 2006, appena eletto senatore, lascia l’UDC per fondare “L’Italia di Mezzo”, come allora si chiamava il Terzo Polo, un partito che doveva raccogliere i naufraghi di un bipolarismo becero e sbagliato; tempo qualche mese ed entra nel Partito Democratico, da lui definito “casa comune di riformisti e moderati”. All’indomani della tornata amministrativa di qualche giorno fa dice che la crescita della sinistra radicale è il maggior rischio per il Partito Democratico, cui va però il merito della crisi elettorale berlusconiana. Oggi, in merito al ballottaggio di Napoli, considera per il PD “inevitabile ed uno sbocco inesorabile” una convergenza su De Magistris. Teniamolo d’occhio, per il suo bene, prima che vada a cacciarsi in cattive compagnie.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s