Una settimana di “Vergognamoci per lui” (34)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM

RAFFAELE LOMBARDO 08/08/2011 Il presidente della regione Sicilia è un cannone: non solo abbasserà del 10% da settembre la sua indennità mensile (da 18.500 euro a 16.650 euro netti) e quella di tutti gli assessori (da 12.500 a 11.250 euro), ma ha anche il coraggio di dirlo.

ROSY BINDI 09/08/2011 Quello che non avreste mai osato immaginare sta forse – forse – per succedere: un governo ci farà piangere per davvero, ossia porrà mano a quelle mitiche riforme che tutti invocano da decenni pensando di partecipare ad uno scherzo collettivo. Per la presidentessa del Partito Democratico la cosa è di una gravità inaudita: “Qui dobbiamo denunciare con forza un fatto: il governo affida il risanamento, e addirittura la possibilità della ripresa della crescita, all’abbattimento del sistema di welfare intaccando pesantemente i diritti dei cittadini.” Del tutto dimentica del “commissariamento” da parte di quell’assennata Europa che ha preso per l’orecchio il Berlusca, Rosy propone innanzitutto di “non toccare i fondi destinati a enti locali e regioni perché questo vorrebbe dire colpire i cittadini, poi bisogna tassare le ricchezze e usare la leva fiscale per diminuire le disuguaglianze. Si inaspriscano le norme contro l’evasione fiscale.” E poi si facciano liberalizzazioni “serie”, si punti sulla ricerca, sull’efficienza della pubblica amministrazione, si intervenga sui privilegi di tutte le classi dirigenti, ecc. ecc. Insomma, anche Rosy, come tanti suoi colleghi, ha capito che questo rischia di essere davvero l’ultimo giorno di una vacanza che dura dall’inizio della carriera: tanto vale approfittarne, e finire in bellezza con un’esplosione pirotecnica di corbellerie.

ENRICO BERLINGUER 10/08/2011 Lugubre caricatura di un severo profilo morale, fu l’ideatore e il propugnatore della politica degli onesti; la politica che uccide tutte le politiche; in tempi di democrazia, e al netto della confezione, la più belluina e rozza delle politiche. Intervistato da “Oggi” uno dei suoi epigoni la sintetizza così: “…ai cittadini non basta più la distinzione fra riformisti e moderati: alla gente interessa innanzitutto l’onestà nella politica e distinguere fra il partito degli onesti e il partito dei disonesti”. Che il suo nome sia Antonio di Pietro non è un caso.

LA PROCURA DI TRANI 11/08/2011 Dopo essersi guadagnata una discreta fama in patria con le le frescacce di casa nostra – le trame minzo-berlusconiane – la procura pugliese ha deciso di dare l’assalto a quella mondiale mettendo sotto inchiesta alcuni analisti di Moody’s e di Standard & Poor’s: i primi per aver diffuso “giudizi da ritenersi falsi, infondati o comunque imprudenti” sulla tenuta del sistema economico e bancario italiano, tali da configurare il reato di “manipolazione del mercato”; i secondi, oltre che per lo stesso motivo, anche per “abuso di informazioni privilegiate”, avendo diffuso “anche a mercati aperti notizie non corrette (dunque false anche in parte), comunque esagerate e tendenziose sulla tenuta del sistema economico-finanziario e bancario italiano”. Pare che per la procura queste ipotesi di reato siano da ritenersi pressoché accertate. Comunque ragionevolmente fondate. In ogni caso degne di attenzione. Magari in parte. Vuoi vedere che è la volta buona che il mondo s’insospettisce e si decide a ficcare il naso sui riti singolari della giustizia italiana?

VLADIMIR PUTIN 12/08/2011 Alla sua terza esperienza da sub, si butta nelle acque del Mar Nero e alla sconvolgente profondità di due metri scopre i resti di due anfore greche (bizantine) del VI secolo d.C. Forte di questo auspicio favorevole, e contando sul favore degli dei, sembra che adesso l’eroe fortissimo vagheggi di lasciare la Scizia per veleggiare lungo la costa del Ponto Eusino e puntare sulla Colchide alla conquista del Vello d’Oro.

Advertisements

One thought on “Una settimana di “Vergognamoci per lui” (34)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s