Una settimana di “Vergognamoci per lui” (110)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM LUISELLA COSTAMAGNA 21/01/2013 «La mia è una precisa scelta e non un calcolo dettato dal fatto che avevo altre cose in ballo», ha detto. Secondo me è vero. Se l'occhicerulea ancella del divo Michele ha lasciato … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (110)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (109)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM SANDRO RUOTOLO 14/01/2013 Chi credeva che tra i sostenitori della teoria del Terzo Livello, da una parte, e quelli della teoria del Circo Mediatico-Giudiziario, dall'altra, non ci fosse partita, ha sbagliato di grosso. Non solo i … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (109)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (108)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM MARIO MONTI 07/01/2013 Non credo sia stato un parto difficile. La scelta di “Scelta Civica” quale nome per la lista montiana alla Camera obbedisce in tutto e per tutto alla filosofia politica del centrismo italiano: non … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (108)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (107)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM ANDREA CAMILLERI 31/12/2012 Suo zio Alfredo era la pecora nera della famiglia, un tipo assai stravagante, in odore di antifascismo, perché a quell'epoca, dice sfacciatello lo scrittore a La Repubblica, «Eravamo tutti fascisti. Mio padre aveva … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (107)

Vi ricorda qualcosa?

"Era l'epoca in cui la Germania veniva governata dai suoi trenta o quaranta regnanti in modo tanto meschino e inetto che torme di esiliati vagavano fuori dei suoi confini e insegnavano addirittura allo straniero a diffamare e vituperare la loro patria. Mettevano in circolazione parole di scherno che i vicini fino allora non avevano mai … Continue reading Vi ricorda qualcosa?