Lo schiaffo di Zamarion

Alessandro D’Amato ha lasciato la direzione di Giornalettismo, di cui era il fondatore. Era stato lui a volermi a Giornalettismo ormai cinque anni fa. In questi anni ho scritto quando e come ho voluto su una testata piuttosto bolscevica per i miei beceri gusti vetero-berlusconiani. Tre anni e mezzo fa circa mi fu chiesto di occuparmi della rubrica “Vergognamoci per lui”, fino a quel momento tenuta da Malvino, grande penna anticlericale. Accettai con qualche perplessità, nulla promettendo: ghigliottinare un poveretto ogni santo giorno non sembrava molto confacente ad un feroce anti-giacobino come me. Ma poi mi venne in mente che divertendo i lettori avrei potuto divertirmi anch’io. E così fu. Nel senso che IO mi divertii. L’alato messaggio umoristico, invece, non fu mai ben compreso dai lettori, i quali con lodevole costanza hanno continuato per tutto questo tempo, in nove casi su dieci, a vergognarsi di me. Il nuovo direttore Marco Esposito mi ha proposto di cambiare il nome della rubrica con quello che vedete sopra. Ho accettato. Direi che così la rubrica viene ad assumere un carattere meno personale nei confronti delle vittime, ma più personale dal punto di vista del carnefice: fatto che non può in alcun modo dispiacere alla mia ben nota megalomania.

P.S. Visto che la rubrica cambia leggermente di natura (viene ad avere un titolo vero e proprio, ad esempio) ho deciso di abbandonare la raccolta settimanale e di ripubblicarla giornalmente (con uno o due giorni di ritardo) sul mio blog. 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s