Montebourg, la nuova stella del populismo gauchiste

La crisi economica ha spaccato il governo francese. Il primo ministro Valls ha presentato le dimissioni di tutto il governo al presidente Hollande, che lo ha subito reincaricato di formarne uno nuovo. Scopo della manfrina: smascherare la fronda socialista radicale e formare un governo in linea con la politica faticosamente – molto faticosamente – conciliante del socialista “liberale” Valls nei confronti di Berlino e Bruxelles. E infatti tre ormai ex-ministri si sono già detti indisponibili ad imbarcarsi nella nuova avventura. Tra di essi, il grande protagonista della vicenda: il ministro dell’economia Arnaud Montebourg, che qualche giorno fa ha intimato ad Hollande di dire chiaro e tondo ai crucchi che le politiche di austerità e di riduzione del deficit sono delle cavolate utili solo a bloccare la “mitica” crescita; e che ora si prepara a dare l’assalto alla sinistra francese. Ambizioso, giustizialista, demagogo e ammalato di protagonismo, Montebourg è fautore: 1) del “patriottismo economico”, belluria lessicale che nasconde idee e concetti in campo economico non molto lontani da quelli della destra identitaria; 2) della “de-mondializzazione”, sulla quale ha scritto perfino un libro; 3) della riconversione ecologica e sociale del sistema produttivo; 4) della rivoluzione industriale verde. Nonostante ciò, questo bambino era stato messo a capo di un ministero importante come quello dell’economia. Cose che neanche in Italia… almeno fino ad ora.

[pubblicato su Giornalettismo.com]

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s