Eco e gli imbecilli

C'è sicuramente molto di vero nelle parole pronunciate da Umberto Eco qualche giorno fa all'Università di Torino, in occasione dell'ennesima laurea honoris causa (sono ormai una quarantina, ed è proprio per questo che molti ormai sospettano – a ragione - che il merito non c'entri un bel nulla). «I social media», ha detto quest'arida e … Continue reading Eco e gli imbecilli

Vitalità dell’Islam? No, convulsioni

Nel web gira una mappa che rivelerebbe i grandiosi progetti del nuovo Califfato che ha visto la luce recentemente tra Siria e Iraq. In essa è compresa buona parte dell'Africa (da quella mediterranea in giù fino all'altezza, circa, del Camerun sull'Oceano Atlantico e del nord della Tanzania su quello Indiano); la penisola arabica, la Mesopotamia, … Continue reading Vitalità dell’Islam? No, convulsioni

La ferita ucraina

Nella democrazia c'è sempre una corrente di fondo messianica e, per così dire, missionaria. Se questo impulso di fondo viene dominato, esso si confronta con la ragione e con la storia, senza essere peraltro rinnegato. Se non viene dominato, se la democrazia diventa ideologia, la volontà di potenza si ammanta di un principio civilizzatore di … Continue reading La ferita ucraina

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (172)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM LA DEMOCRAZIA DI TWITTER 31/03/2014 Speriamo che qualcuno cominci a capire. Anche perché era facilissimo capirlo senza dover per forza sorbirsi le dure smentite della storia. Ma niente, leggere la realtà di un paese scosso da … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (172)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (148)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM MATTEO RENZI 14/10/2013 Matteo è lontanissimo dal popolo di sinistra eppure dalla sua eccentrica posizione incarna tutte le contraddizioni della sinistra. Di peculiarmente di sinistra nel nuovismo rottamatore che strizza l'occhio un giorno a sinistra e … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (148)

La società civile, l’antipolitica (e Bersani)

In Italia l’espressione “società civile” non ha un valore neutro: essa contraddistingue la parte più virtuosa della popolazione. Anzi, la sola virtuosa. Tale corruzione semantica è frutto della propaganda di sinistra. In cima ai pensieri della “società civile” sta la “questione morale”. La “società civile” e la “questione morale” cominciarono ad affermarsi come parole d’ordine … Continue reading La società civile, l’antipolitica (e Bersani)

Servizi giornalistici deviati

Nessuna sorpresa. Oggi come ieri. Ieri come l'altro ieri, e come ormai mezzo secolo fa. Orde di lanzichenecchi di sinistra in piazza a fare il bello e il cattivo tempo, e poi a finire sotto inchiesta sono i poliziotti, colpevoli, signora mia, di qualche lacrimogeno erratico, o di qualche manganellata ingiustificata. Insomma, il più delle … Continue reading Servizi giornalistici deviati

Di Monti in peggio

Ero contrario alla nascita del governo dei tecnici per due ragioni: la prima è che essa avrebbe di fatto indebolito la fiducia nelle istituzioni democratiche, nonostante tutte le correttezze procedurali possibili, in un momento in cui la democrazia non se la passa tanto bene nel mondo occidentale; la seconda, perché ero convinto che anche il … Continue reading Di Monti in peggio

Rifondazione immorale

La moralità di una società non si crea con le norme. Alla base di ogni società naturale c'è una solidarietà che si è sviluppata col tempo seguendo le vie della storia, che sono sempre storte, impervie, ma che tendono a fondersi, ad intrecciarsi fino a costituire una rete robusta, atta a sostenere i traffici della … Continue reading Rifondazione immorale

Statalismo, bancocentrismo, giustizialismo

La divisione del lavoro presuppone un'apertura di credito al prossimo, un atto di fiducia verso l'altro. Ci dividiamo il lavoro confidando di poter poi scambiare il frutto delle nostre fatiche con quello di altre persone. Se non fosse così la lotta per la sopravvivenza, prima ancora di quella per il benessere, regredirebbe allo stato di … Continue reading Statalismo, bancocentrismo, giustizialismo

Democrazia d’Egitto

Hosni Mubarak è stato considerato per molti decenni un leader moderato del mondo arabo, un buon amico dell'Occidente che senza troppe licenze regnava, per nostra fortuna, sull'enorme polveriera egiziana. Nessun quotidiano di qualche importanza, in Italia e all'estero, lo designava col nome di “dittatore”. La cosa sarebbe apparsa perfino bizzarra. I media trasmettevano un'immagine paciosa, … Continue reading Democrazia d’Egitto

Piazze e piazzate mediatiche

Il 2011 è stato l'anno delle piazze mediatiche, da quelle della primavera araba a quelle russe a quelle okkupate dai nostri ancor benestanti indignados occidentali. Le prime hanno accompagnato rivoluzioni, le seconde forse non combineranno sfracelli, le terze si sono ridotte a lagnose piazzate mediatiche. Questi esiti diversi c'insegnano che dietro il fasto della tecnologia, … Continue reading Piazze e piazzate mediatiche

Abbasso l’equità!

Troppi la venerano, troppi l'hanno in bocca, il livello rosso di allarme è già stato abbondantemente superato: questa equità ha ormai la credibilità di una baldracca, con tutto il rispetto per le traviate di buon cuore. L'equità, come tutte le parolette sue sorelle, ha la brutta e sospetta abitudine di abbondare nella bocca degli stolti … Continue reading Abbasso l’equità!

Diego, ora basta

Mi sono divertito molto a leggere l'appello che Diego Della Valle ha fatto pubblicare a pagamento sui principali quotidiani italiani: non c'è una parola fuori posto, non c'è un guizzo che riveli un carattere originale. Somma ingenuità o somma furbizia, l'uomo nuovo si rivela perché quel che è: un onesto pappagallo delle geremiadi che la … Continue reading Diego, ora basta

I veri servi

Scrivevo quasi due anni fa: Cari concittadini, italiane ed italiani, se una guerra civile scoppia non è certo a causa della mancanza di bon ton o dell’innalzamento dei toni. Quello è solo il fuoco accidentale che fa esplodere la polveriera che qualcuno ha ammassato con solerzia e sistematicità, spesso nel rispetto formale delle regole, nei … Continue reading I veri servi

La Casta: il mito e la storia

Non ne usciremo mai se invece di fare uno sforzo di verità continueremo a ripetere come pappagalli le comode bubbole tratte dal mito della casta. Quel mito parziale che serve solo alle fazioni, ai partiti, alle caste. Andiamo indietro di vent'anni. L'operazione Mani Pulite non fu un complotto. Ma non fu neanche il prodotto benefico … Continue reading La Casta: il mito e la storia

Bassezza e miseria della «cultura della legalità»

Che la nostra magistratura sia la più ambiziosa del mondo è cosa ormai di cui nessun essere ragionevole può dubitare. Di un colpo di classe come quello dell'altro ieri, per esempio, non si trova traccia nella storia, almeno dai tempi della repubblica romana, quella prima di Cristo, quando ogni tanto arrivava la resa dei conti … Continue reading Bassezza e miseria della «cultura della legalità»

I partigiani dell’Italia che ripudia se stessa

Il pluridecorato scrittore Claudio Magris è uno di quegli intellettuali che a forza di garbato conformismo, di giuste frequentazioni e di cosmopolitismo ben scelto, con tenacia degna di miglior causa si è guadagnata fama di onesta e sobria indipendenza di giudizio. In due parole, mai una parola fuori posto. Imbalsamato alla perfezione, fa la guest … Continue reading I partigiani dell’Italia che ripudia se stessa

Il fantasma dello sfascio ovvero la paura della democrazia

E' universalmente noto che come il riso abbonda nella bocca degli stolti da millenni nel vasto mondo, così la “società civile” abbonda nella bocca degli scolaretti usi a pestare l'acqua nel mortaio da mezzo secolo nell'italica parrocchietta. Prendete Luca Cordero di Montezemolo: sono lustri ormai che questo damerino aspetta l'occasione giusta per impadronirsi delle spoglie … Continue reading Il fantasma dello sfascio ovvero la paura della democrazia

Ma è l’Islam ad essere in crisi

Non sappiamo come andranno a finire i repentini rivolgimenti che continuano a scuotere il Nord Africa, e in parte il Medio Oriente. C'è chi teme nuove conquiste da parte del fondamentalismo religioso, e quindi un rafforzamento dell'Islam, e c'è chi prende la palla al balzo per dire che la democrazia, concepita come un specie di … Continue reading Ma è l’Islam ad essere in crisi

L’Italia come isterismo e rappresentazione

L'Italia è uno stagionatissimo paese di merda, governato da stagionatissimi pezzi di merda, in piena bancarotta morale: l'olezzo è ormai intollerabile. Non se ne può più. E perché allora quest'Italia non va in pensione? Questo è il tormentone che ci ronza negli orecchi al tempo di Berlusconi, dalla levataccia all'ora del bunga bunga. La cosa … Continue reading L’Italia come isterismo e rappresentazione

Nulla nasce dal nulla

Fa abbastanza spavento rendersi conto che ormai in Italia c'è una generazione che ha conosciuto solo la politica “sub judice”, nel più piano senso del termine. Lo era anche in passato, naturalmente, perché nulla nasce dal nulla; e riguardava una ben definita parte dello spettro politico, naturalmente. Ma non si passava continuamente per le aule … Continue reading Nulla nasce dal nulla

La Chiesa di Ratzinger

Non era poi difficile indovinare che con l’ascesa al soglio pontificio del pastore tedesco di piccola taglia ma di non piccolo ingegno Joseph Ratzinger per la Chiesa Cattolica si sarebbe aperto un periodo aspro e di confronto col mondo. Non certo per le belliche volontà di Benedetto XVI, ma per il carattere particolare – ma … Continue reading La Chiesa di Ratzinger

La legge, la pagliuzza e la trave

“La Legge! La Legge! Forma è sostanza!” Ma perché i sempiterni piazzaioli della Costituzione gridano tanto? E cos’è questa novità? Da quando mai sono diventati sfegatati partigiani delle formalità burocratiche? Li conoscevamo come cultori della legalità ma non patiti dei timbri e delle firme, di quelle leggibili e di quelle non leggibili. Ma non è … Continue reading La legge, la pagliuzza e la trave

Avvertimenti d’Egitto

Siccome, a quel che mi risulta, i giornali stranamente sembrano ignorarlo – si dorme in redazione? - lo scrivo io perché l’Egitto ha fatto la voce grossa con l’Italia sul tema degli immigrati. Il ministro degli esteri Frattini ha in programma fra qualche giorno una visita al Cairo. La settimana scorsa, dopo l’eccidio di cristiani copti vicino a … Continue reading Avvertimenti d’Egitto

A sinistra la democrazia non va più di moda

Aria di crisi tra i progressisti e l’amata democrazia? In verità, negli appena due secoli, o poco più, di storia della democrazia moderna, i progressisti l’hanno amata più a parole che nella sostanza. I più disinteressati e seri tra i conservatori-reazionari l’hanno sempre avversata vedendoci solo il male; i conservatori-liberali l’hanno spesso contrastata vedendoci, insieme … Continue reading A sinistra la democrazia non va più di moda

Con lo stato superlaico l’uomo torna bambino

Per fortuna che i dottori della legge di Strasburgo e i loro tifosi non si sono ancora accorti che facciamo festa di domenica. O che contiamo gli anni – più o meno – dalla nascita di “quell’uomo”. Chissà dove potrebbero arrivare con la loro stupida coerenza! Possibile che non suoni un campanellino d’allarme nella testa … Continue reading Con lo stato superlaico l’uomo torna bambino

Quell’inutile schiaffo alla Cristianità

Il professor Michele Ainis, sulla Stampa, ci ricorda che l’esposizione del crocifisso nelle aule scolastiche è un retaggio di regolamenti e circolari degli anni dell’epoca fascista, seguiti ai Patti Lateranensi. Ma che “si può subito osservare che nessuna legge della Repubblica italiana impone il crocifisso nelle scuole.” Si potrebbe anche osservare che la Repubblica Italiana, in questo … Continue reading Quell’inutile schiaffo alla Cristianità

Le vittorie di Pirro dell’Islam e degli utili idioti democratici

[Sull'improvviso ravvivarsi della questione dei crocifissi in aula, dovuta alla recente sentenza della Corte Europea dei diritti dell'uomo, ho scritto un articolo in buona parte messo insieme con cose già scritte in passato in questo mio blog, alcune anche tre anni fa: mi lusingo del fatto che, dal mio punto di vista - ovviamente - stiano … Continue reading Le vittorie di Pirro dell’Islam e degli utili idioti democratici

Esibizionismo islamico

Ovvero quando l’Islam diventa un capriccio democratico. Da un po’ di tempo succede così: il signor Ahmed (Tizio), essendo pio e avendo delle fisime intellettuali che il contatto con l’Occidente e la babele dei diritti hanno potentemente stuzzicato, ed essendo annoiato dalla vita e non sentendosi abbastanza vittima per trovarvi gusto, ha dunque l’alzata d’ingegno di … Continue reading Esibizionismo islamico