Tag: Michele Santoro

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (45)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM MUSTAFA ABDEL JALIL 24/10/2011 Festa a Bengasi, dove è stata proclamata la liberazione del paese dopo quattro decenni di Jamāhīriyya. L'allegria ha raggiunto il culmine quando il numero uno del Consiglio di Transizione Libico ha … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (45)

Advertisements

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (28)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM LA PROCURA DI NAPOLI 27/06/2011 Cade nella rete dell'inchiesta P4 anche il generale Adinolfi, capo di stato maggiore della Guardia di Finanza: è indagato per rivelazione di segreto istruttorio e favoreggiamento per aver fatto arrivare … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (28)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (25)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM LUIGI DE MAGISTRIS 06/06/2011 Napoli sogna. Dopo il nuovo stadio due volte più capiente e dieci volte più bello del S. Paolo evocato nell'ebbrezza scusabile della vittoria, ecco che senza attingere questa volta alla coppa … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (25)

L’editto sovietico

La cricca, o meglio, la legione degli okkupazionisti della RAI è ormai in preda a un tale delirio d'onnipotenza, che quella schiappa di Berlusconi se lo sogna finché campa. Il loro capo, il bulletto Santoro, l'aveva detto: o io o Masi. Questo era l'avvertimento. Poi la macchina degli amici degli amici si è messa puntualmente in moto. Giovedì … Continue reading L’editto sovietico

Lo schema di Zeman

La Gabanelli? La Gabanelli non sa mai se va in onda. Santoro? Santoro non sa mai se va in onda. Fazio? Anche Fazio e il suo amico Saviano cominciano ad avere qualche dubbio. E già si sentono molto, ma molto meglio. La Dandini? Con la Dandini si ritorna al classico e blindato tran-tran: la Dandini, … Continue reading Lo schema di Zeman

E io che credevo di essere cattivo…

Le messe cantate di Santoro oramai attirano solo la truppa dei fedeli della palingenesi nazionale e del culto della legalità, che si beve avidamente liturgie, litanie e prediche tornite e lucidate da anni di pratica confessionale. (Zamax, 15 aprile 2009) Qualcuno di questi programmi raggiunge un’audience di qualche milione di telespettatori, qualcuno è visto dai … Continue reading E io che credevo di essere cattivo…

Diamo una medaglietta al bambino Michele

Mezzo domatore da circo e mezzo santone, Michele Santoro mise in piedi il suo spettacolo televisivo oramai un quarto di secolo fa. La formula che ne ha decretato il successo presso la plebe sanguinaria dei rossi è di una brutale semplicità: une affaire; un imputato; il tribuno del popolo, lui; i galoppini del tribuno del … Continue reading Diamo una medaglietta al bambino Michele

Gli inamovibili della RAI

Uno dei grandi misteri irrisolti della rivoluzione berlusconiana, o per meglio dire, della catastrofica inefficienza del suo regime, è il continuo moltiplicarsi delle sinecure televisive dei soliti teleimbonitori di sinistra. “Moltiplicarsi” in effetti non è la parola giusta. Meglio sarebbe dire “sommarsi”. Infatti la caratteristica fondamentale di ogni programma di stampo sedicente democratico e progressista … Continue reading Gli inamovibili della RAI

Non ci resta che la mula

Con l'implacabile regolarità delle piogge monsoniche, pure nell'Anno Domini MMIX si è abbattuta sullo stivale  l'ennesima tempesta mediatica attorno al circo di Michele Santoro. Io cerco disperatamente di fuggire, ma ovunque mi giri la peste sembra starmi alle calcagna. Perché Dio continua ad affliggere i nostri poveri orecchi con la stanca cacofonia mille volte recitata di … Continue reading Non ci resta che la mula