Tag: Pier Ferdinando Casini

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (115)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM GIAN PIERO GASPERINI 25/02/2013 «Gasperini esonerato. Il nuovo allenatore è Malesani.» No, scusate, questa è la notizia di tre settimane fa. «Malesani esonerato. Gasperini è il nuovo allenatore.» Questa è la notizia del giorno in casa … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (115)

Advertisements

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (108)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM MARIO MONTI 07/01/2013 Non credo sia stato un parto difficile. La scelta di “Scelta Civica” quale nome per la lista montiana alla Camera obbedisce in tutto e per tutto alla filosofia politica del centrismo italiano: non … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (108)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (99)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM LA BERLUSCONITE 05/11/2012 Per il comunista Paolo Ferrero Berlusconi presidente del consiglio è (era) come il mostro di Marcinelle che gestisce un asilo nido. Per Umberto Eco Berlusconi in un certo qual modo è come Hitler. … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (99)

E allora ricapitoliamo

RENZI E LA SINISTRA Il problema di Renzi è che il suo non è un progetto di sinistra. Non lo è in Italia. E neanche in Europa. Quando si fa politica non ci si può scegliere un paese d'elezione nel quale le nostre idee trovano magicamente una collocazione politica ideale. Se lo si fa, o s'imbroglia … Continue reading E allora ricapitoliamo

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (91)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM ANTONIO INGROIA 10/09/2012 L'avevo scritto. Era il 22 giugno scorso: «(...) Ci sono voluti solo vent’anni alla nostra ottima magistratura per scoprire che al tempo della Trattativa non regnavano né Craxi né Berlusconi, ma Ciampi e … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (91)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (80)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM VITTORIO SGARBI 25/06/2012 L'uomo è notevole, ma gli manca una certa coerenza di pensiero, che non gli deriva da un difetto d'intelligenza ma dall'intemperanza caratteriale: è il suo ego ad avere la meglio sul suo cervello. … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (80)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (67)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM PIER FERDINANDO CASINI 26/03/2012 Per timore che si dubiti della vostra intelligenza, ci sono cose che voi mortali non direste mai, tanto sono scontate. E sbagliate. Poi arriva lui, Pierferdy, che le sa apprezzare e recitare … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (67)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (60)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM LA DONNA LIBERA E MODERNA 06/02/2012 A Edirne, la vecchia Adrianopoli carica di storia millenaria, nella parte più occidentale della Turchia europea, vicino ai confini con Grecia e Bulgaria, un'associazione laica, l'Unione delle donne turche, … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (60)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (59)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM IL FATTO QUOTIDIANO 30/01/2012 Che s'indigna perché Berlusconi non ha speso neanche un parola di circostanza per la morte di Scalfaro. Se l'avesse fatto la gazzetta dei puri gliene avrebbe naturalmente rimproverato, con più ragione, … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (59)

L’Anabasi di Berlusconi

Nel 401 a.C un'armata di mercenari greci al servizio di Ciro, fratello del Re dei Re, ossia il sovrano persiano Artaserse II, del quale voleva usurpare il trono, vinse l'esercito persiano nella battaglia di Cunassa, una città non lontana dal luogo dove oggi sorge Baghdad. Cirò però morì nello scontro. Clearco, capo dei mercenari, e … Continue reading L’Anabasi di Berlusconi

Berlusconi e i chiacchieroni

Per Confindustria la manovra è timida. Ma per l'immaginifico Vendola basta e avanza per descriverla come “una violenza, un vero e proprio colpo di stato sociale”. Figuriamoci se fosse stata “coraggiosa”. Per gli economisti che scrivono sui grandi giornali di centro che guardano a sinistra, come la DC di tendenze suicide, la manovra non ha … Continue reading Berlusconi e i chiacchieroni

Berlusconi conserva la maglia rosa

A dimostrazione che le care vecchie passioni dominano nel mondo moderno come dominavano ai tempi di Achille ed Ulisse, non solo gli scalmanati predicatori delle gazzette di sinistra ma pure gli augusti opinionisti dei noiosi e tremebondi fogli della borghesia illuminata si sono ora ridotti a sperare nei leghisti pur di non vedere il Caimano … Continue reading Berlusconi conserva la maglia rosa

Otto lunghi giorni

Mancano ancora otto lunghi giorni - equivalenti a ben sedici rotazioni complete della lancetta delle ore sul quadrante dell'orologio, tutte da contare, minuto per minuto - al momento fatale della votazione sulla mozione di sfiducia contro il suo governo, e ormai ne hanno tutti le tasche piene, compreso qualche sciocchino dei suoi, che non riesce … Continue reading Otto lunghi giorni

La forza delle cose

Non è il titolo di una pellicola di Wim Wenders. Ma la chiave per leggere la storia oramai non più solo recente d'Italia. Voci dal sen sfuggite, o voci dal sen lasciate sfuggire, e come di prammatica prontamente smentite, le accuse di Berlusconi a Casini di aver ucciso la CDL, col suo pervicace tentativo sotterraneo di creare un centro … Continue reading La forza delle cose

Alea iacta est

Innanzitutto un rimpianto. Per il fatto che la CDL non abbia saputo attendere con pazienza il momento della vittoria. La sinistra era un cittadella assediata da prendere per fame. Il partito dell'immobilismo che il governo Prodi incarnava era sceso al livello più basso di popolarità che la storia recente d'Italia ricordi. Il cicaleccio sulle miracolose … Continue reading Alea iacta est

Sport estremi della politica: salire sul Titanic

A Fini e Casini non è bastata la lezione delle politiche del 2006, quando Berlusconi pareggiò i conti con la coalizione delle nomenklature guidata da Prodi lottando praticamente da solo. Evidentemente non riescono a staccarsi dal paese virtuale creato dai maistream media a immagine e somiglianza delle rinsecchite oligarchie politiche, culturali, sindacali, confindustriali che tengono … Continue reading Sport estremi della politica: salire sul Titanic