Tag: Lucio Anneo Seneca

Una citazione senechiana nel “Re Lear” di Shakespeare

Qualche lustro fa mi capitò di leggere un passo delle Lettere a Lucilio di Seneca talmente peculiare ed espressivo da risvegliare immediatamente in me il ricordo di qualcosa che già conoscevo: si trattava di alcuni versi shakespeariani, che ritrovai dopo breve ricerca e senza troppe difficoltà nel King Lear. Questa relativa facilità si spiega con … Continue reading Una citazione senechiana nel “Re Lear” di Shakespeare

Advertisements

Brittany, gli stoici e la Chiesa Cattolica

«“Il suicidio assistito è un’assurdità” perché “la dignità è altra cosa che mettere fine alla propria vita.” Le gravi parole di Mons. Carrasco de Paula, presidente della Pontificia Accademia per la vita, nel severo commento alla vicenda di Brittany Maynard, meritano qualche riflessione. Innanzitutto, definire un’assurdità il suicidio significa ignorare deliberatamente un’illustre tradizione filosofica – … Continue reading Brittany, gli stoici e la Chiesa Cattolica

Quando Shakespeare citò Seneca

[Per una nuova versione di questo post vedi qui] La storiella non troppo divertente del traffico internazionale di battute di cui si è parlato qualche giorno fa, al centro della quale troneggia una delle cime della comicità italica, mi ha fatto venir in mente un’altra storia, che con essa ha qualche similitudine ma che per … Continue reading Quando Shakespeare citò Seneca

I poveri in spirito, gli operatori di pace ed i poveri pacifisti

GLI INDEMONIATI DI "PAX CHRISTI" Nella gara a chi la spara più grossa che accompagna l’isteria – quella sì temibile – seguita al varo del “decreto sicurezza”, non poteva mancar di far sentire la propria voce “Pax Christi”. Prima l’alto grido di dolore: “Offesa, atto eversivo e bestemmia: un'offesa alla famiglia umana, un atto eversivo … Continue reading I poveri in spirito, gli operatori di pace ed i poveri pacifisti

Zamax Lucilio suo salutem 3

Carissimo, se per puro caso avessi notato la nevrosi infantile da template che quasi ogni giorno manifesta i suoi vergognosi effetti, sappi che non ho nessuna intenzione di combatterla. Forse ti sorprenderà che l'uomo saggio e virtuoso indulga in simili sciocchezze, ma a torto: egli, nella sua prudenza, conosce i propri limiti e riserva le … Continue reading Zamax Lucilio suo salutem 3

Zamax Lucilio suo salutem 2

E' un periodo nero. Dieci giorni fa, era domenica pomeriggio, una giornata stupenda, alla mia prima uscita in bicicletta - non era programmata ma non resistei al primo, vero, caldo sorriso della primavera - sono stato protagonista di una caduta tragicomica, in una stradina a mezza via tra la periferia e la campagna. Siccome cerco … Continue reading Zamax Lucilio suo salutem 2

Zamax Lucilio suo salutem 1

Il tuo Zamax di sana e robusta costituzione fisica, oltre che di salda tempra morale, si è buscato un malanno di stagione, un raffreddore di proporzioni ciclopiche, che gli inchioda una croce tra la radice del naso e i bulbi oculari, tanto che quasi ci vede doppio. E' per questo che scrive ad ore non canoniche. … Continue reading Zamax Lucilio suo salutem 1

La non-eutanasia di Montaigne

“Mi contraddico, e forse anche spesso [mia traduzione, il passo non è chiarissimo; si può tradurre anche come Forse davvero mi capita di contraddirmi, oppure Eh sì, ogni tanto mi capita di contraddirmi, ma il senso non cambia in sostanza], ma la verità non la contraddico mai”: questa citazione di Montaigne che ho messa nell’intestazione del … Continue reading La non-eutanasia di Montaigne

Impudica morte

La morte per impiccagione, e quindi esemplarmente pubblica ed impudica, di Saddam Hussein, seguita cronologicamente,  in Italia, alla mediatica agonia del corpo avvilito di Piergiorgio Welby ha messo in luce ancora una volta la fragilità della nostra società di fronte all'eterno problema della morte. Cosa si cela dietro quel melenso umanitarismo ammantato di compunzione e quell'esacerbata … Continue reading Impudica morte