Tag: Primavera araba

La protervia di Obama ed Erdogan

Se non fosse per i barconi carichi di disgraziati che s'inabissano senza soluzione di continuità nel Mediterraneo, dello scatolone di sabbia, cioè della Libia, non si parlerebbe quasi più: per vergogna. Nel paese delle piramidi, intanto, il laico Al-Sisi, che già scruta con voluttà il caos libico nella speranza di fare dell'ex regno di Gheddafi … Continue reading La protervia di Obama ed Erdogan

Advertisements

Da Mubarak a Super Mubarak

Di “primavere arabe” ce ne sono state svariate, alcune false, alcune autentiche. Quella egiziana fu sicuramente autentica. Il motivo è semplice: l'Egitto era uno dei paesi medio-orientali più “liberi”. Le rivoluzioni non avvengono mai quando un popolo è chiuso in una prigione, ma quando la porta di questa prigione comincia ad aprirsi lasciando passare spifferi … Continue reading Da Mubarak a Super Mubarak

I trionfi della campagna di Libia

Che si stia ripetendo in Libia la tristissima parabola della primavera egiziana? Ricorderete certo che in Egitto governò per trent'anni un grande amico dell'Occidente, l'uomo forte Hosni Mubarak, vaso di saggezza celebrato, sempre per trent'anni, dalle nostre gazzette per la sua temperata laicità e per la sua moderazione politica, oltre che per essere lo zio … Continue reading I trionfi della campagna di Libia

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (161)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM GIORGIO NAPOLITANO 13/01/2014 Alla bella età di novantotto anni è morto Arnoldo Foà. Il Presidente della Repubblica non ha mancato di rendere omaggio al personaggio, evocando «una figura esemplare di artista, di interprete della poesia e … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (161)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (143)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM FLAVIA PERINA 09/09/2013 Ecco un altro esempio degli esiti nefasti della patologia antiberlusconiana su una psiche a lungo destrorsa: scrivere sul “Fatto Quotidiano”, come fa l'ex direttrice del “Secolo d'Italia”, stupidaggini in linea col “Fatto Quotidiano”, … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (143)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (142)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM BARACK OBAMA 02/09/2013 Eppure, per capire che nell'infatuazione dell'Occidente per le primavere arabe c'era qualcosa che non quadrava affatto, bastava osservare le strade e le piazze: non si vedeva un pacifista in giro. E quei marmittoni, … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (142)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (139)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM MATTEO RENZI 12/08/2013 Per far sua la sinistra il sindaco di Firenze ci ha provato in tutto in modi: ha cominciato col cripto-berlusconismo e sta finendo col trinariciutismo. Nell'anniversario della Liberazione ha detto: «Rispetto umano e … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (139)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (136)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM L'ANTIRAZZISMO DA OPERETTA 22/07/2013 Angelo Romano Garbin, consigliere del comune di Cavarzere (VE), fa parte a pieno titolo della sinistra. Prima di tutto Garbin, detto “El Maestron” - credo par la stazza – è un docente … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (136)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (133)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM MARIO MONTI 01/07/2013 «Mi sento in dovere di affermare che, senza un cambio di marcia, non riteniamo di poter contribuire a lungo a sostenere una coalizione affetta da crescente ambiguità. (…) Piccoli passi non bastano. Il … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (133)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (130)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM FRANÇOIS HOLLANDE 10/06/2013 Monsieur le Président, in visita in Giappone, andando ben al di là della normale cortesia istituzionale, ha lodato assai l'azione del premier Abe. Per il socialista francese la politica economica del liberal-conservatore Shinzo … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (130)

Una settimana di “Vergognamoci per lui” (102)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM LA RIVOLUZIONE EGIZIANA 26/11/2012 Al contrario di quanto si legge e si sente sui fatui media occidentali, la rivoluzione egiziana sta avendo pieno successo. Infatti sta calcando pari pari le orme di quelle del passato. Dopo … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (102)

La crisi siriana e la cambiale libica

Un anno fa furono le astensioni russa e cinese sulla risoluzione ONU, che decretò la no-fly zone sui cieli libici, a dare il segnale d'apertura della caccia a Gheddafi, un vecchio nemico dell'Occidente non più nemico, un vecchio foraggiatore del terrorismo internazionale convertitosi ad un affarismo proficuo per lui e per il suo spopolato e … Continue reading La crisi siriana e la cambiale libica

Democrazia d’Egitto

Hosni Mubarak è stato considerato per molti decenni un leader moderato del mondo arabo, un buon amico dell'Occidente che senza troppe licenze regnava, per nostra fortuna, sull'enorme polveriera egiziana. Nessun quotidiano di qualche importanza, in Italia e all'estero, lo designava col nome di “dittatore”. La cosa sarebbe apparsa perfino bizzarra. I media trasmettevano un'immagine paciosa, … Continue reading Democrazia d’Egitto

Piazze e piazzate mediatiche

Il 2011 è stato l'anno delle piazze mediatiche, da quelle della primavera araba a quelle russe a quelle okkupate dai nostri ancor benestanti indignados occidentali. Le prime hanno accompagnato rivoluzioni, le seconde forse non combineranno sfracelli, le terze si sono ridotte a lagnose piazzate mediatiche. Questi esiti diversi c'insegnano che dietro il fasto della tecnologia, … Continue reading Piazze e piazzate mediatiche