Una settimana di “Vergognamoci per lui” (158)

Un giorno di gogna non fa male a nessuno. Come dicono i filosofi più in gamba, è tutta esperienza. Su GIORNALETTISMO.COM L'EDUCAZIONE SENTIMENTALE 23/12/2013 Non quella di Flaubert, ma quella che vorrebbero imporre ai nostri ragazzi i bolscevichi di SEL. Secondo la verbosa proposta di legge l'ora di “educazione sentimentale” promuoverebbe «il cambiamento nei modelli di comportamento … Continue reading Una settimana di “Vergognamoci per lui” (158)

Advertisements

La pericolosa illusione del governo tecnico

C'è modo e modo di perdere la testa. C'è quello ovvio di chi dà in escandescenze o è preso da una crisi di panico, c'è quello meno ovvio di chi nasconde il fuori di testa dietro affabili ragionamenti. Quando questi affabili e pazzi ragionamenti si moltiplicano nei media è d'uopo che qualcuno faccia scattare la … Continue reading La pericolosa illusione del governo tecnico

Belpietro, Battisti e il vizio sinistro dell’oblio

Non occorre tuffarsi nel mare dei media della sinistra militante per sentire con mano i guasti della vulgata che ha ridotto le forze politiche che hanno governato l'Italia nel dopoguerra in cupole criminali. Anzi, è proprio sui giornali moderati che si può cogliere a che punto sia arrivato questo male. Pigliate la Stampa, ad esempio, … Continue reading Belpietro, Battisti e il vizio sinistro dell’oblio

La meglio democrazia

Non ho mai fatto della democrazia il mio vitello d’oro. Quindi non mi scandalizzo se a qualcuno puzza questo barbaro condominio politico che la modernità impone a belli e brutti, a colti e bruti, e perfino a maschi e femmine. E trans. Con l’articolo maschile o femminile. Gradirei, però, che coloro che da qualche tempo … Continue reading La meglio democrazia

Con lo stato superlaico l’uomo torna bambino

Per fortuna che i dottori della legge di Strasburgo e i loro tifosi non si sono ancora accorti che facciamo festa di domenica. O che contiamo gli anni – più o meno – dalla nascita di “quell’uomo”. Chissà dove potrebbero arrivare con la loro stupida coerenza! Possibile che non suoni un campanellino d’allarme nella testa … Continue reading Con lo stato superlaico l’uomo torna bambino

Tra realtà e rivoluzione

Infrantosi col collasso politico e sociale succeduto alla fine della prima guerra mondiale il graduale processo d’inserimento del movimento socialista nella vita parlamentare italiana, il massimalismo che ne è seguito ha generato le due forme antidemocratiche e antiliberali del socialismo nazionale – ossia il fascismo – e del socialismo internazionalista – ossia il comunismo. Il … Continue reading Tra realtà e rivoluzione

Le tentazioni del conservatore-liberale

Dedicato a quegli apocalittici liberali italici che aspettano una nuova fantomatica generazione di politici, una nuova fantomatica classe dirigente, e attendendo Godot scelgono di non scegliere, rifiutandosi al buon senso, quando addirittura non si fanno ammaliare da rozzi moralizzatori. Alexis de Tocqueville scrisse questi pensieri in due lettere: a Pierre Paul Royer-Collard il 27 settembre 1841, a … Continue reading Le tentazioni del conservatore-liberale

Infallibile quasi come il Papa

Avendo Papa Malvino giustamente a cuore l'ortodossia dei fedeli della sua Chiesa, Egli ha impartito precise istruzioni al servizio d'ordine del Suo blog di allontanare dalla comunità dei commentatori tutti coloro che si trovino nel libro nero degli agenti provocatori, come quella simpaticissima sagoma del sottoscritto. Onde per cui, con mio grande rincrescimento, non ho potuto pregiarmi … Continue reading Infallibile quasi come il Papa

Democrazia e libertà

L'universalismo dei diritti, implicito nella democrazia, ha il suo rovescio della medaglia: che lo stato diventa garante dei diritti di qualsiasi individuo, e come minimo ha l'effetto che la burocrazia raggiunge implacabilmente e senza intermediari il singolo. Quindi maneggiata ad arte tutta questa impalcatura giuridica con le sue capillari diramazioni diventa un formidabile mezzo di … Continue reading Democrazia e libertà

Punto d’incontro: un articolo di Carlo Lottieri

Voglio segnalare quest'articolo uscito oggi sul Giornale, a riprova di come laici e cattolici, o come  liberali e cristiani possano arrivare alle stesse conclusioni riguardo alla res publica. L’orgoglio dello Stato laico mette il bavaglio alla religione Poiché in Italia non ci si fa mancare nulla, nei prossimi giorni assisteremo anche ad una manifestazione di orgoglio laico. Quello … Continue reading Punto d’incontro: un articolo di Carlo Lottieri

Europa-USA: l’inevitabile alleanza

In terra francese, la glaciazione della guerra fredda aveva questo di comodo: che, almeno a livello di pubblica opinione e di riflesso nell’arena politica, certe questioni culturali, come i legami tra la rivoluzione francese, e quindi tra la natura del moderno stato francese e dei suoi replicanti continentali, e il comunismo, e più in generale … Continue reading Europa-USA: l’inevitabile alleanza

Il prof. Tocqueville e il socialismo

Una Scuola per il partito democratico Questo si propone di essere l'ULIBO, la nuova Università Libera di Bologna intitolata, ahinoi, ad Alexis de Tocqueville. Siccome le teste dure da convincere all'interno del popolo rossodemocratico saranno molte, ci permettiamo di proporre all'attenzione del senato accademico questa lezione dell'eroe eponimo dell'emerito nuovo istituto, Alexis de Tocqueville in … Continue reading Il prof. Tocqueville e il socialismo

Undici domande e undici risposte

Il nostro simpatico collega dell'accusa, il focoso pubblico ministero Fabio Sacco, ha notificato non meno di undici capi d'imputazione a quel nostro parto mostruoso battezzato col nome di Maometto il rivoluzionario e la fine dell'Islam, ai quali vedo di rispondere ordinatamente uno dopo l'altro. 1. “Fenomeno religioso postcristiano in senso culturale e non cronologico” sa molto di classifica. … Continue reading Undici domande e undici risposte

Maometto il rivoluzionario e la fine dell’Islam

Tutti i fenomeni religiosi o parareligiosi postcristiani - in senso culturale, non cronologico - le eresie cristiane propriamente dette, i vecchi e moderni millenarismi, compresi i totalitarismi di destra e sinistra, hanno questo in irriducibile antitesi col Cristianesimo: la pretesa di creare il Regno di Dio su questa terra e quindi un proprio ordine sociale; … Continue reading Maometto il rivoluzionario e la fine dell’Islam

Impudica morte

La morte per impiccagione, e quindi esemplarmente pubblica ed impudica, di Saddam Hussein, seguita cronologicamente,  in Italia, alla mediatica agonia del corpo avvilito di Piergiorgio Welby ha messo in luce ancora una volta la fragilità della nostra società di fronte all'eterno problema della morte. Cosa si cela dietro quel melenso umanitarismo ammantato di compunzione e quell'esacerbata … Continue reading Impudica morte

Il laico Dio 1: premessa

Il nostro concetto di religione è mutuato dal carattere rivoluzionario del Cristianesimo, quello di religione rivelata frutto dell’intervento diretto di Dio. In verità esiste una sola religione rivelata: per il cristiano, l’Ebraismo è il prologo, il Cristianesimo il completamento, l’Islamismo la deviazione. Se non ci fosse stato Cristo, non solo non avremmo avuto il monoteismo … Continue reading Il laico Dio 1: premessa

Romano P., ciambellano delle oligarchie

Quasi a voler schiudere gli occhi ai ciechi, in simbolica concomitanza con la grande manifestazione della CDL a Roma, alla D'Alemiana Fondazione Italianieuropei venivano convocati gli Stati Generali delle Nomenklature della penisola. La sinistra politica, la cupola bancaria, quella confindustriale e quella giornalistica, con contorno di rottamazione auto, tutti assieme, beninteso per il bene del paese, a tracciare il … Continue reading Romano P., ciambellano delle oligarchie